I benefici delle fasce porta bebè! Intervista a Irene De Pieri, consulente babywearing!

Pubblicato il : 20/02/2020 - Categorie : Parere d'esperto

Tra le tante domande e dubbi che una neomamma si trova a porsi ci sono anche quelli legati al tema del portare i bambini in fascia! Infatti è una pratica che molte mamme hanno il piacere di provare e da cui si possono avere tanti benefici sia pratici nella gestione del bambini ma, come scopriremo, anche benefici nello sviluppo psicofisico del nostro bambino!

Così ho deciso di contattare Irene De Pieri che ho avuto modo di conoscere personalmente e con cui ho avuto il piacere di approfondire il tema del "portare in fascia", Irene è infatti una "consulente babywearing".

1. PARLACI DI TE, COME SEI DIVENTATA CONSULENTE BABYWEARING? QUAL È STATO IL TUO PERCORSO?

Ciao Francesca, sono Irene De Pieri mamma di Riccardo di due anni e mezzo e presto arriverà una nuova cucciola nella nostra casa, una fantastica sorellina per Ricky. Sono diventata consulente grazie al mio piccolo, è grazie a lui che ho cambiato totalmente la mia vita, da Store manager a mamma e da mamma ho cominciato a studiare e ad informarmi sul mondo dell'alto contatto. Dapprima come peer allattamento, per supportare me stessa e le altre mamme rispetto a come gestire questa forma di nutrizione primordiale e naturale ma così difficile da attuare ai giorni nostri, soprattutto se ci si trova senza supporto. Ho continuato entrando nel mondo del babywearing come operatore volontario e poi come consulente. La strada è sempre lunga, si studia ogni giorno, sul campo, sui libri, con integrazioni della formazione, tramite collaborazioni. Il tutto per poter essere una professionista ogni giorno migliore e poter offrire il migliore servizio alle mamme che si rivolgono a me.

2. QUALI SONO I BENEFICI DEL BABYWEARING E QUALI, SE NE ESISTONO, GLI ASPETTI NEGATIVI?

Parto dicendoti tranquillamente che non esistono aspetti negativi, ma il babywearing può offrire solo supporto emotivo, pratico, sensoriale, emozionale a tutta la famiglia che lo pratica e tutti ne traggono beneficio, grandi e piccini. Ogni bambino è a se e ogni famiglia trova il suo approccio personale rispetto al portare il proprio piccolo in qualsiasi supporto portabebè venga scelto. L'importante è che sia sempre ergonomico e che rispetti la postura del bambino.
Portando i nostri figli andiamo ad accogliere un loro bisogno primordiale che è quello del contatto. Ogni bimbo, chi più chi meno, manifesta di avere la necessità di stare a contatto principalmente con la mamma, specie nella prima fase della propria vita. Soddisfatto questo bisogno i bimbi saranno sicuri di sé, sapranno che hanno una base sicura da cui tornare e saranno pronti per esplorare il mondo. Senza contare che talvolta la necessità del contatto è ambivalente, cioè sia della mamma che del bambino. Non credete alla leggenda del Vizio, perché non esiste! Ovviamente portare addosso i bimbi è anche comodo e permette al portatore di avere le mani libere. A livello fisico, le vibrazioni che si verificano durante il momento in cui portiamo il bambino aiutano il suo sviluppo muscolo-scheletrico, per questo motivo che in casi di ipotonia o altre tipologie di patologie il babywearing viene sempre consigliato. Fa parte del babywearing tutta una sfera di emotività che il genitore deve affrontare cedendosi completamente al proprio piccolo, bisogna fare i conti con il proprio vissuto nella nostra infanzia e
con la disponibilità singola che ci concediamo nel donarci. Lasciamoci andare è sarà davvero tutto sempre molto naturale.

3. STA AUMENTANDO L'INTERESSE DEI GENITORI NEL PORTARE IN FASCIA?
Si, sicuramente, ma ancora manca molta informazione, nonostante gli incontri informativi siano molti, io stessa ne organizzo moltissimi nei vari centri in cui collaboro. Compresi corsi pre parto, ma c'è ancora molto da fare per far passare a tutti la pratica del portare bene ed in sicurezza.

4. QUALI SONO I DIVERSI TIPI DI FASCE? E LE DIVERSE CARATTERISTICHE?
Le fasce e i supporti portabebè in generale sono molto diversi tra loro, esistono: fasce elastiche, fasce rigide di vari taglie e composizione di tessuto e lunghezza, supporti strutturati e semistrutturati, fasce ad anelli. Ognuno di questi supporti ha un motivo d'essere e una provenienza e uso specifico. Ogni fascia si adatta ad un particolare momento di vita del bambino o del percorso portato con il proprio genitore. Per scegliere il supporto adeguato a volte basta chiedere il consiglio di un esperto che ci sappia ben indirizzare.

5. IL BABYWEARING È ADATTO A TUTTI?
Si, a tutti coloro che vogliono provare! Tutti i bambini lo apprezzano anche se c'è sempre una piccola percentuale che non ama particolarmente il contatto, ma sono davvero pochi questi bimbi. Anche il bambino più restio alla fascia, che piange quando viene portato, sta cercando di manifestare un disagio che prova in quel momento quindi bisogna sicuramente fermarsi a pensare:

  • che stato d'animo sto trasmettendo al piccolo? Sono troppo agitato?
  • è sazio? È pulito?
  • ha caldo? Oppure ha una tutina di una taglia troppo piccola?
  • sto usando il supporto corretto? Lo sto posizionando bene?

Queste alcune delle domande che può essere utile porsi. Per un genitore al primo figlio può essere difficile interpretare da solo questi segnali, scegliere il supporto da utilizzare e imparare la legatura con cui sentirsi sicuro, una consulente può sicuramente aiutare così come andare ad un incontro informativo gratuito!

Grazie Irene per il tuo utilissimo contributo!

Se volete contattare personalmente Irene vi lascio di seguito i suoi contatti:

Pagina fb #cresceredolcementebabywearing

Mail: irene.2e80shop@hotmail.it

tel. 3386288317 e presso i centri in cui lavora.

La trovate presso:

  • Centro Il Melograno di Vimercate
  • Dimanda centro psicopedagogico di Lissone
  • Cicogna Center di Caronno Pertusella
  • Centro Il Colibri di Usmate Velate
  • Arymo di Bussero

Inoltre Irene è itinerante con il progetto #Uoppa presso la struttura di Bovisio Masciago Primopiano e con il progetto #holistic babywearing, con la socia Francesca Vimercati, una vera novità nel settore.
Inoltre Irene Raggiunge le mamme anche a domicilio per offrire un servizio a tutto tondo!

Buon portare a tutti!!!

Condividi

Aggiungi un commento

 (con http://)